Ma esiste una scuola senza gli studenti? Credo di no. E allora teniamo conto dell’apprendimento

education 2.0di Luigi Berlinguer
Nel gestire la scuola tende sempre a prevalere la tutela del più forte, del resto è quel che accade nella Società in genere, specie ove è debole l’azione di chi dovrebbe equilibrare le forze in gioco, tutelando energicamente gli svantaggiati.

Perché quando si adottano provvedimenti scolastici non ci si abitua al fatto, che prima di tutto va tutelato l’iter degli studi ed un loro corretto svolgimento?

Allora ben vengano le immissioni in ruolo, seguendo le norme giuridiche e contrattuali. Ma non si sconvolga l’attuale svolgimento dei corsi, che si devono regolarmente concludere alla fine dell’anno scolastico con lo stesso docente con il quale sono iniziati.

Leggi l’articolo integrale

Visite: 275