On line il nuovo portale del Miur

Il portale, interamente responsive e dunque adattabile a qualsiasi dispositivo e modalità di navigazione (desktop, smartphone, tablet) è più intuitivo e prevede una navigazione per temi e servizi che rende più facile l’accesso alle informazioni.
Le ultime notizie sempre in primo piano, accesso facilitato a servizi, atti, normative, dati e bandi.

Leggi tutto… On line il nuovo portale del Miur

Visite: 204

Ingresso gratuito per i docenti a musei, aree archeologiche, monumenti

In relazione a quanto sopra, questo Ministero ha aggiornato il modello già esistente, e che si trasmette in allegato, che dovrà essere esibito dai docenti alle biglietterie dei musei e dei siti, ai fini dell’attestazione all’appartenenza alle sopra indicate categorie, unitamente al documento valido di identificazione.

I Dirigenti scolastici sono invitati a voler compilare e rilasciare il modello di attestazione al personale in servizio presso le rispettive Istituzioni scolastiche con incarico a tempo indeterminato o determinato, specificando per quest’ultimo personale la data di inizio e di termine del contratto.

Prot. 12045 del 20-03-2017

Visite: 7554

La reputazione nella scuola…

La Tecnica della Scuoladi Gianni Zen
Quando, da preside, mi accingo a costruire durante l’estate le cattedre dei docenti, al di là dei criteri generali concordati negli organi collegiali, a partire anzitutto dalla continuità di servizio, so bene quante siano, in alcuni casi, le pressioni, le richieste, anche degli stessi docenti interni per i propri figli, a favore di questo o quel docente.

Leggi tutto… La reputazione nella scuola…

Visite: 139

La guerra dei presidi contro i gruppi WhatsApp

WIRED.itdi Vanessa Niri
Una volta i genitori si parlavano all’uscita da scuola. Adesso lo fanno via WhatsApp.
Ma il cambiamento non è soltanto nello strumento, la possibilità di comunicare sempre e con tutti porta ad un aumento della conflittualità: lamentarsi per i bassi voti dati da una maestra, un pomeriggio all’uscita da scuola, non fa male a nessuno.
Farlo ripetutamente, senza limitazioni di orario e di presenza, mandando contemporaneamente il proprio messaggio ad altri venti, venticinque genitori, rischia di trasformare una lamentela in una violenza.

Leggi tutto… La guerra dei presidi contro i gruppi WhatsApp

Visite: 61