La rete è partecipazione

Nòva - Il Sole 24 Oredi Michelangelo Baracchi Bonvicini
“Riconoscere una fake news, o semplicemente sapere che esistono cose come le fake news, è una parte importante del pensiero critico indispensabile per uno studente” ha osservato alcuni giorni fa il direttore per l’educazione dell’Ocse, Andreas Schleicher.

Leggi tutto… La rete è partecipazione

Visite: 66

A scuola si insegnerà come riconoscere le fake news. Lo dice l’Ocse

di Guido Romeo
Così dall’anno prossimo, il temutissimo test Pisa somministrato regolarmente ai ragazzi di 15 anni di 72 paesi per valutarne non solo le conoscenze in matematica e scienza, ma anche le capacità di lettura e comprensione di un testo – l’Italia è 34ima su questo fronte -, includerà anche prove sulla capacità di riconoscere una bufala.

Leggi tutto… A scuola si insegnerà come riconoscere le fake news. Lo dice l’Ocse

Visite: 46

Scuole polo per le attività di comunicazione: pubblicate le graduatorie definitive

MIUR PON

Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020.

Fondo Sociale Europeo. Azione 4.2 Migliorare e sviluppare forme e contenuti dell’informazione e pubblicizzazione del programma, degli interventi e dei suoi risultati.

Leggi tutto… Scuole polo per le attività di comunicazione: pubblicate le graduatorie definitive

Visite: 323

Il digitale entra in classe con H-Farm

Il Sole 24 Oredi Antonella Bonavoglia
Il digitale a scuola non è più un optional. Il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca spinge sull’acceleratore perché preparare i ragazzi ai lavori del futuro diventa sempre più una priorità, come ha dimostrato anche l’iniziativa alternanza scuola-lavoro.

Leggi tutto… Il digitale entra in classe con H-Farm

Visite: 162

Formazione insegnanti, al via il piano Miur da 325 milioni

Il Sole 24 Oredi Alessia Tripodi
Nel piano di formazione, spiega il Miur, saranno coinvolti tutti i docenti di ruolo per un totale di circa 750 mila persone. Dei 325 milioni messi a disposizione, 120 milioni sono previsti dalla legge 107/2015 – ovvero la Buona Scuola – , 160 milioni derivano da fondi Pon e i restanti 45 milioni da altri fondi Miur.
Nove le priorità tematiche dei corsi: dal digitale alle lingue, dall’alternanza scuola-lavoro, all’inclusione, alla prevenzione del disagio giovanile, all’autonomia didattica.

Leggi tutto… Formazione insegnanti, al via il piano Miur da 325 milioni

Visite: 186