Troppi link da inviare? Wakelet li organizza in raccolte interattive

WIRED.itdi Diletta Parlangeli
Inviare una serie di link copia incollati, in effetti, non è né pratico, né bello a vedersi. Eppure, serve e si fa ogni giorno: per passare materiali ai colleghi, adunare fonti per una presentazione o simili, organizzare le vacanze.
La piattaforma Wakelet ha ideato lo strumento QuickWave, che organizza più link in un’unica raccolta interattiva. Non serve iscriversi: è sufficiente inserire il primo link e poi aggiungere gli altri con il tasto “+”.

Leggi tutto… Troppi link da inviare? Wakelet li organizza in raccolte interattive

Visite: 28

Istituti connessi ad internet, solo il 3% è out: la qualità però non sempre è buona

La Tecnica della Scuoladi Alessandro Giuliani
Tuttavia, solo nel 47% dei casi la connessione alla Rete risulta buona.
Nella metà degli edifici, inoltre, è possibile utilizzare device personali in classe (BYOD) e il 30% ha anche un regolamento sul BYOD.
Già l’82% degli istituti utilizza il registro elettronico (il Miur ha investito dei fondi per allargare la percentuale nella primaria), mentre il 96% usa strumenti digitali per parlare con le famiglie.

Leggi tutto… Istituti connessi ad internet, solo il 3% è out: la qualità però non sempre è buona

Visite: 25

Flash va finalmente in pensione. Adobe: “Fine del supporto nel 2020”

la Repubblicadi SIMONE COSIMI
Giochi, video, immagini, contenuti multimediali: Flash, lanciato nel 1996, è stato per molti anni lo standard che ha animato e reso più coinvolgente internet.
Da tempo Flash era stato scaricato dai colossi della tecnologia.

Leggi tutto… Flash va finalmente in pensione. Adobe: “Fine del supporto nel 2020”

Visite: 55

Debutta WiFi Italia, la rete libera a portata di app

La Stampadi Lorenza Castagneri
Si chiama WiFi Italia e permette di accedere alle reti Wi-Fi degli enti pubblici che aderiscono all’iniziativa, gratis e senza bisogno di lunghe registrazioni. Avviene tutto in automatico, è sufficiente averla scaricata sul cellulare ed essersi autenticati la prima volta inserendo i propri dati anagrafici. Per chi possiede un account Spid, cioè il nome utente e il pin del cittadino italiano, deve inserire solamente questi dati.

Leggi tutto… Debutta WiFi Italia, la rete libera a portata di app

Visite: 477

A scuola si insegnerà come riconoscere le fake news. Lo dice l’Ocse

di Guido Romeo
Così dall’anno prossimo, il temutissimo test Pisa somministrato regolarmente ai ragazzi di 15 anni di 72 paesi per valutarne non solo le conoscenze in matematica e scienza, ma anche le capacità di lettura e comprensione di un testo – l’Italia è 34ima su questo fronte -, includerà anche prove sulla capacità di riconoscere una bufala.

Leggi tutto… A scuola si insegnerà come riconoscere le fake news. Lo dice l’Ocse

Visite: 49