Il digitale a scuola? Non rovina scrittura e lettura. Ma tutto dipende dall’insegnante

nòva - Il Sole 24 OreTablet e pc rappresentano un valido supporto per l’apprendimento? Oppure i device digitali hanno conseguenze negative in termini di dipendenza e di passività, soprattutto in età evolutiva?

Leggi tutto… Il digitale a scuola? Non rovina scrittura e lettura. Ma tutto dipende dall’insegnante

Visite: 62

“Attenti al Tablet in classe: crea nuovi analfabeti”

Corriere dell’UniversitàA parlare a Repubblica è Benedetto Vertechi, pedagogista italiano. In pratica “l’uso di mezzi digitali comporta l’attenuazione, e talvolta la perdita, della capacità di coordinare il pensiero con l’attività necessaria per tracciare i segni”, spiega Vertecchi.

Leggi tutto… “Attenti al Tablet in classe: crea nuovi analfabeti”

Visite: 4889

Per tablet e smartphone servirebbe modalità ‘concilia sonno’

ANSA.itSmartphone, tablet ed e-reader dovrebbero avere una modalità dedicata all’ora di andare a letto, che ‘concili’ l’arrivo del sonno, con luci emesse che oscillano tra il giallo e il rosso anziché sui toni del blu e del verde, e la luminosità dovrebbe essere minore, anche nella retroilluminazione dello schermo.

Leggi tutto… Per tablet e smartphone servirebbe modalità ‘concilia sonno’

Visite: 173

Scuola e Tecnologia: l’evoluzione degli ultimi 50 anni

BitMATNegli anni settanta apparivano le prime calcolatrici elettroniche tascabili e si diceva definitivamente addio al calamaio per dare il benvenuto alle prime penne stilografiche; negli anni novanta venivano allestite le prime aule didattiche multimediali, e una minima parte dell’orario scolastico settimanale veniva riservato all’educazione informatica, sebbene non in tutte le scuole del nostro stivale. Leggi tutto… Scuola e Tecnologia: l’evoluzione degli ultimi 50 anni

Visite: 357