Pillole 2.0 – Il Deep Web

Il deep web è la parte nascosta del web che si trova in internet ma non viene indicizzata dai motori di ricerca; sembrerà strano, ma meno del 5% dei contenuti è facilmente accessibile a tutti, il restante è oscurato oppure difficilmente raggiungibile.

HOW DEEP IS YOUR WEB

Brandpowder

I normali motori di ricerca non sono in grado di raggiungere i contenuti del Deep Web in quanto in esso gli url sono composti da lettere e numeri che non hanno nulla a che fare con il contenuto del sito, tutti accomunati dal pseudo-dominio di primo livello .onion.
Per accedere al Web invisibile, allora, occorre necessariamente utilizzare specifici programmi, come Tor (The Onion Router) che è quello più comunemente utilizzato.
Onion in inglese vuol dire cipolla e la cipolla rappresenta la metafora stessa di questo mondo nascosto: essa è fatta a strati e, quindi, per arrivare al cuore, occorre attraversare numerosi veli.

Ma cosa contiene il deep web? Uno studio recente ha suddiviso le pagine scansionate in categorie ottenendo la seguente tabella:

Project Artemis – OSINT activities on Deep Web

Il deep web, però, è anche uno spazio di libertà, dai normali forum di discussione, ai siti in cui è possibile scambiarsi dischi e musica, libri e manuali: basti pensare che ad esempio, lì si trovano i contenuti di Wikileaks.
Purtroppo, però, si può trovare e comprare di tutto: armi, droghe, sesso, identità e perfino la morte. Basta registrarsi, anche utilizzando un servizio mail anonimo, e si entra nel mercato, pagando con la moneta virtuale del momento: il bitcoin.

Visite: 657

 sabato 14 Giugno 2014
Pillole 2.0