Lesson plan – Un utile strumento per i docenti

RaiScuolaNell’ottica di un maggior coinvolgimento e familiarità con i supporti tecnologici, Rai Scuola ha messo a disposizione da ottobre, sul proprio portale, i lesson plan, un utile strumento dedicato a tutti gli insegnanti per facilitare una costruzione organizzata di contenuti.

Ogni docente, in modo rapido e semplice,  può pianificare una lezione su qualsiasi tematica didattica desideri, avendo a disposizione tutta una serie di strumenti multimediali per corredarla.

lessomplan

Il lesson plan può anche essere utilizzato come un mix di appunti dell’insegnante su come organizzare una lezione, su quali sono i punti fondamentali da analizzare, attraverso una ricca selezione di materiale video.

  1. Una buona lezione è fatta di almeno 5 schede. Il sistema non ne accetta meno di 3, di cui una deve essere creata utilizzando un contenuto dai portali di Rai Cultura.
  2. Per poter accedere ai lesson plan è necessario il login sul sito. Ci sono due opzioni: è possibile loggarsi utilizzando le proprie credenziali Facebook, oppure creando un account ad hoc iscrivendosi al portale di Rai Scuola.
  3. Per costruire i lesson plan si possono condividere contenuti da Rai Cultura, You Tube, Wikipedia e caricare file dal proprio pc in formato jpeg, pdf, word e powerpoint.
  4. E’ importante individuare per ogni lezione un target di studenti a cui rivolgersi. Nel menu a tendina è possibile scegliere i vari ordini scolastici a cui assegnare ciascuna lezione, in modo tale da agevolare l’archiviazione e la ricerca dei lesson plan sul sito di Rai Scuola.
  5. Ogni lezione va firmata con il proprio nome e cognome o con un nickname.
  6. I lesson plan sono fatti per essere condivisi. I collegamenti logici di ciascuna scheda devono essere chiari ed espliciti. Per questa ragione è consigliabile inserire materiale testuale tra una scheda e l’altra.
  7. Una volta ultimata la lezione è possibile condividerla con un click su Facebook.
  8. La pubblicazione della lezione avviene previa approvazione da parte della redazione di Rai Scuola.

Visite: 2491