La riforma della scuola in cinque punti

WIRED.itDal 2016, nella scuola italiana si tornerà ad assumere solo per concorso.

Il governo individua in un voucher da 500 euro il mezzo per consentire l’aggiornamento dei docenti.

La riforma della scuola in cinque punti

Per evitare classi eccessivamente numerose, il dirigente potrà compiere delle scelte, attraverso il ricorso all’organico funzionale.

Bilanci, cv degli insegnanti, piani di offerta formativa, anagrafe dell’edilizia scolastica: tutti i dati affluiranno in un portale unico per un sistema dell’istruzione più trasparente.

Il 5 per mille potrà essere destinato anche alle scuole; chi investe sull’istruzione italiana, con donazioni, può godere di un credito di imposta al 65% in sede di dichiarazione dei redditi.

Leggi l’articolo integrale

Visite: 302