Riforma della scuola, la lettera di Renzi ai prof

la Repubblica“Da subito posso fare chiarezza su alcune voci false circolate in queste settimane:
– Le aziende non hanno alcun ruolo nei consigli di Istituto;
– I giorni di vacanza non si toccano:
– Nessuno può essere licenziato dopo tre anni;
– Il preside non può chiamare la sua amica/amico, ma sceglie tra vincitori di concorso, in un ambito territoriale ristretto”

“L’Italia non sarà mai una superpotenza demografica o militare. Ma è già una potenza superculturale. Ma la scuola è il punto di partenza di tutto. Ecco perché crediamo nel disegno di legge che abbiamo presentato e vogliamo discuterne il merito con ognuno di voi”

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi (ansa)

Leggi l’articolo integrale

Visite: 778