Scuola, da settembre si daranno i voti ai docenti: 25 mila euro ai più bravi

Corriere della SeraSul piatto ci sono 200 milioni di euro da assegnare agli insegnanti considerati meritevoli. Restano i problemi della definizione dei criteri: «L’aspetto più complesso – osserva Spinelli -, anche se il più rilevante per l’utenza, è proprio la valutazione della qualità dell’insegnamento.

Il professore bravo è quello bravo in classe: vero, ma quali sono gli indicatori per definirlo? Anche perché non tutti lavorano nelle stesse condizioni».

Fondo premiale ad ogni modo: e per gli insegnanti non capaci? «Di casi di licenziamento ce ne sono stati – spiega Maviglia -, ma su questo aspetto la legislazione è sicuramente molto garantista». All’atto pratico per perdere la possibilità di insegnare in classe bisogna aver commesso reati gravi o avere manifesti problemi di disagio.

Leggi l’articolo integrale

Visite: 4363