Scuola e lavoro, l’alternanza non può fallire

AvvenireMa per evitare che le buone intenzioni della riforma restino soltanto sulla carta, occorre al più presto affrontare qualche aspetto che diventa decisivo. In primo luogo le regole con cui governare questa opportunità offerta agli studenti di approcciare il mondo del lavoro durante il periodo degli studi.

Si tratta di puntare a una collaborazione chiara tra le parti in causa e che non dimentichi mai che al centro vi sono dei giovani in formazione. Uno dei punti di diffidenza nasce proprio da questo: la scuola rivendica – non a torto – il proprio ruolo educativo e di direzione di questo meccanismo; da parte sua l’azienda, in qualche caso, considera questi periodi di stage come la possibilità di impiego di manodopera non retribuita.

Una diffidenza e una distanza che ha portato nel tempo a una progressiva riduzione della scelta tecnico-professionale nell’istruzione superiore…

Leggi l’articolo integrale

Visite: 176

 venerdì 27 Novembre - 2015
Scuola
, , ,