Cari studenti, attenti a quell’app: se non siete a scuola lo sa

la RepubblicaL’app si chiama Kinvolved ed è nata per combattere la dispersione scolastica. È stata pensata per contesti sociali particolarmente difficili. L’insegnante può registrare le presenze di ogni studente, avvisare i familiari, mettere in atto strategie di risoluzione del problema.

Potrebbe arrivare anche in Italia la app Kinvolved, fondata da Miriam Altman e già attiva per gli insegnanti negli Stati Uniti, dove coinvolge 100 scuole con dei risultati sorprendenti. La sua funzione è quella di avvisare i genitori su assenze e rendimento scolastico dei propri figli.

… l’app serve a tracciare la frequenza quotidiana, registrare i minuti persi dallo studente e inviare l’sms di alert in diretta ai genitori. Si possono scrivere messaggi individuali o multipli, misurare gli sforzi positivi monitorando il comportamento dello studente nel tempo, e facilitare l’accesso ai dati da parte delle famiglie. 

Leggi l’articolo integrale

Visite: 185

 mercoledì 3 febbraio 2016
Scuola, Tecnologia
, , , ,