Parte il “Curriculum dello studente”

La Tecnica della Scuoladi Pasquale Almirante
Vediamo di che si tratta, dal momento che questa norma ha l’ambizione di rivoluzionare la scuola italiana, avvicinandola ai percorsi formativi di Nazioni come la Finlandia.
Tutto prende avvio nel momento in cui le scuole secondarie di secondo grado, anche utilizzando le quote di autonomia e gli spazi di flessibilità, potranno introdurre “insegnamenti opzionali”, percorsi formativi diretti all’orientamento e alla valorizzazione delle eccellenze.

Il “curriculum dello studente” raccoglierà tutti i dati utili, anche ai fini dell’orientamento e dell’accesso al mondo del lavoro, relativi al percorso degli studi, alle competenze acquisite, alle eventuali scelte degli insegnamenti opzionali, alle esperienze formative anche in alternanza scuola-lavoro e alle attività culturali, artistiche, di pratiche musicali, sportive e di volontariato, svolte in ambito extrascolastico.

Leggi l’articolo integrale

Visite: 115