Scuola, si cambia: maturità con due soli scritti e voti a lettere fino alle medie

la Repubblicadi Salvo Intravaia
RIVOLUZIONE per gli esami di maturità: le prove scritte passano da tre e due, cambiano i punteggi e la composizione delle commissioni e spunta una prova Invalsi che dovrà mettere fine alle polemiche che ogni anno contrappongono Nord e Sud per i troppi studenti meridionali maturati con 100 e lode.
Test che non influirà sul voto finale, ma il cui esito sarà riportato sulla scheda di valutazione conclusiva che affianca la pagella.

Al colloquio finale, gli studenti dovranno rendere conto dei progetti di Alternanza scuola-lavoro dell’ultimo triennio e il punteggio finale sarà sempre in centesimi, ma il curriculum scolastico peserà 40 punti anziché 25.

A ciascuna delle due prove scritte e al colloquio la commissione potrà attribuire al massimo 20 punti (oggi, i tre scritti valgono 15 punti a testa e il colloquio al massimo 30). Sugli esaminatori, invece, sono due le proposte più accreditate: commissione composta da soli membri interni e da un presidente esterno; oppure composizione attuale: tre membri interni e tre esterni, ma con un unico presidente esterno per tutte le classi della scuola.

(agf)

Leggi l’articolo integrale

Visite: 213

 martedì 20 settembre 2016
Scuola
, , , ,