Via ai nuovi professionali, scuole del «saper fare»: arriva il 2+3

Corriere della SeraChe gli istituti professionali avessero bisogno di una spolverata non è in dubbio: sempre meno attrattivi (a sceglierli sono 16 studenti su cento, spesso immigrati; e nell’ultimo anno han perso smalto anche gli indirizzi più amati, l’alberghiero e l’agrario); sempre più percorsi interrotti a metà, con tassi di abbandono fino al 35%.

I «nuovi» professionali avranno una durata «2+3»: biennio unico e triennio unico, superando l’attuale articolazione dei cosiddetti «due bienni più uno», che offrono più «vie d’uscita» alla loro composita utenza. Al termine, gli studenti avranno in mano un diploma quinquennale, che consente l’accesso agli Istituti tecnici superiori (Its), all’università e alle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica. Sarà disciplinato (e agevolato) il passaggio reciproco tra percorsi di istruzione professionale e quelli di IeFP, se lo studente ne farà domanda.

Leggi l’articolo integrale

Visite: 136