Always on: le insidie del web 2.0 – Glossario

Il seguente elenco rappresenta solo un iniziale contributo a quelli che possono presentarsi come comportamenti devianti o addirittura criminali.
Per essere cittadini di Internet è necessario non perdere mai di vista il corretto rapporto tra le nuove forme di comunicazione sociale e la tutela della propria dignità e di quella degli altri.

Cyberstalking
Fake
Happy slapping
Knockout Game
Cyberbashing
Stripnomination
Pro Ana
Exclusion
Grooming
Candy girl
Trolling
Phubbing
FOMO (Fear Of Missing Out)
Neknominate
Flaming
Harassment
Denigration
Outing and Trickery
Sexting
Baiting
Nomofobia
Always on: le insidie del web 2.0 - Glossario - 1
Cyberstalking

Il Cyberstalking è, forse, il comportamento criminale tipico del cyberbullismo; tramite la rete vengono perpetuati atti offensivi e molesti in maniera insistente e intimidatoria, fino a portare la vittima addirittura a temere per la propria sicurezza fisica.
Il Cyberstalking è facilmente riscontrabile nell’ambito di relazioni molto conflittuali tra coetanei e soprattutto nel caso di rapporti sentimentali interrotti bruscamente.

Fake

Letteralmente significa falso, finto, contraffatto, il fake è un comportamento criminale che consiste nell’alterare la propria identità online. Ne esistono diverse versioni: fake account, fake conversation, fake status, fake login, fake email, fake chat, fake login page. Una classica situazione social si ha quando viene assunto il nickname di un altro utente allo scopo di danneggiarne la reputazione o di ottenere vantaggi personali.

Happy slapping

Letteralmente schiaffeggio divertente, è un comportamento criminale che ha preso piede con la diffusione degli smartphone dotati di videocamere: mentre una persona viene schiaffeggiata, altri riprendono la scena per poi diffonderla tramite i social. La vittima, oltre alla violenza fisica, deve sopportare anche quella morale a causa delle condivisioni.

Knockout Game

Comportamento criminale, simile all’Happy slapping, che consiste nel colpire violentemente qualcuno (anche uno sconosciuto) in un luogo pubblico con un pugno (Knockout) e successivamente pubblicare il filmato nei social network, con lo scopo di ottenere un gran numero di visualizzazioni, voti o commenti.

Cyberbashing

Comportamento criminale simile ai precedenti, è una forma di cyberbullismo che si basa su una serie di molestie fisiche, anch’esse riprese e condivise sui social, con la possibilità anche di commentare o addirittura votare l’atto.

Stripnomination

E’ un comportamento criminale che consiste nel selezionare una persona destinata a spogliarsi in un luogo pubblico al fine di produrre un video da condividere sui social.

Pro Ana

E’ un comportamento deviante analogo all’autolesionismo in quanto fa riferimento a comportamenti che spingono all’anoressia. Esistono blog e community che addirittura esaltano l’anoressia e consigliano metodi per raggiungerla.

Always on: le insidie del web 2.0 - Glossario - 2
Exclusion

L’estromissione è un comportamento deviante teso a escludere intenzionalmente un utente da una cerchia virtuale (chat, forum, giochi interattivi) al fine di ridurne la popolarità. A volte si usa anche il verbo bannare ed ha la finalità di punire il soggetto limitandone i collegamenti amicali.

Grooming

Dall’inglese “to groom” (curare), è una tecnica con cui gli adulti, attraverso i social media, cercano di manipolare un soggetto debole (bambino, preadolescente o con problemi) per carpirne la fiducia al fine di convincerlo a compiere pratiche che, probabilmente, mai avrebbe perpetrato nella realtà.

Candy girl

Letteralmente Ragazza candita, è un fenomeno per il quale ragazzine, normalmente tra i 12 e i 17 anni, si denudano davanti a una webcam per poi vendere foto e/o video in cambio di ricariche telefoniche o regali di scarso valore economico. Il problema diventa ancora più serio a causa della possibile diffusione del materiale, provocando problemi, personali e legali, alla persona ritratta.
Talvolta il fenomeno del Candy Girls è preceduto dal Dancing Girl. Queste ultime sono ragazze che si videoregistrano seminude mentre ballano in luoghi pubblici (ma non necessariamente), per postare poi il prodotto on line, allo scopo di ottenere la maggiore visibilità possibile.

Trolling

Nel gergo delle comunità virtuali, il termine è associato a una persona che utilizzando frasi provocatorie, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, ha l’obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi, trovando estremamente soddisfacente dar fastidio.

Phubbing

Neologismo composto dalle parole “phone” e “snubbing” (snobbare), indica l’abitudine molto poco educata di concentrarsi solo sul proprio smartphone snobbando di fatto tutte le persone con cui ci si accompagna.

FOMO (Fear Of Missing Out)

La Fomo è una forma di ansia sociale e preoccupazione compulsiva di perdere l’opportunità di interazione sociale, mediata tipicamente dal digitale. Spesso riguarda il timore di non avere le competenze e il linguaggio adatto, o semplicemente adeguatamente aggiornato per poter rientrare ed essere accettati in un determinato gruppo di riferimento.

Neknominate

Comportamento deviante a catena che si attua quando una persona si fa filmare mentre beve enormi quantità di alcolici tutti in una volta per poi postare online il video; il passaggio successivo è quello di nominare un’altra persona affinché riproduca lo stesso comportamento.

Flaming

Il termine, letteralmente lite furibonda, si riferisce a un comportamento criminale costituito da discussioni on line, violente e volgari, tra due contendenti che hanno lo stesso potere e che quindi possono insultarsi reciprocamente ad armi “pari”. Normalmente le ragazze si affrontano nelle chat, i ragazzi nei giochi interattivi.

Harassment

In italiano semplicemente molestia che consiste in un comportamento criminale, tipico del cyberbullismo, con il quale il molestatore invia ripetutamente, a una persona specifica, messaggi denigratori, offensivi, sgradevoli e a volte volgari, provocando disagio emotivo e psichico. Rispetto al flaming, il danno causato dalle molestie è principalmente unilaterale; tipico è l’utilizzo di spyware per controllare i movimenti online della vittima prescelta.

Denigration

La denigrazione è un comportamento criminale teso a danneggiare la reputazione di una persona attraverso dicerie, pettegolezzi e menzogne, come per esempio l’invio indiscriminato di immagini alterate digitalmente.
La denigratione è la forma di cyberbullismo più utilizzata dagli studenti per ridicolizzare i professori, registrando ad esempio alcune lezioni.

Outing and Trickery

Tale comportamento criminale consiste nella pubblicazione di materiale intimo e privato (outing) carpito ingannevolmente (trickery) grazie alla fiducia ottenuta nei confronti della vittima.
In caso di immagini o video, essi a volte vengono usati (diventando un vero e proprio cyberstalking) a seguito di un amore finito male.

Sexting

Crasi delle parole inglesi sex (sesso) e texting (inviare SMS), il sexting è comportamento deviante che consiste nell’invio di semplici messaggi o documenti multimediali sessualmente espliciti.

Baiting

Tradotto letteralmente significa: aizzare dei cani contro belve alla catena. E’ un comportamento criminale che si focalizza sui neofiti all’interno di ambienti virtuali di gruppo (chat, virtual game, forum) colpendoli con discussioni aggressive, insulti e minacce a causa di loro errori commessi per inesperienza. In rari casi il fine è persuadere la persona prescelta addirittura a suicidarsi (suicide baiting).

Always on: le insidie del web 2.0 - Glossario - 3
Nomofobia

Il termine Nomofobia è un neologismo che nasce dalle due parole “no-mobile-phone” e “phobia” e colpisce in genere i giovani tra i 18 e i 25 anni poco avvezzi alle relazioni sociali; questa dipendenza consiste nella paura di non essere raggiungibili al cellulare o di avere lo smartphone scarico senza una presa elettrica nei paraggi e quindi avvertire il terrore di non tenere sotto controllo.

Visite: 389