Lo studio: “Troppo presi dai selfie non ci godiamo i momenti migliori”

ATTENTI a quella foto: rovina il gusto delle esperienze più entusiasmanti.
E può contaminarne il ricordo: ci sono genitori che non ricordano bene la recita scolastica dei loro figli, e ricordano di più il loro lavoro di videocamera per riprendere i figli in quell’occasione» spiega Gia Nardini, docente di marketing al Daniels College of Business di Denver.

Guardare o fotografare?

«Il problema è che in questi casi ci si pone una scelta: dobbiamo vivere pienamente questi momenti, o dobbiamo immortalarli? Non possiamo fare entrambe le cose».
E questo è un dubbio che ormai ci assale sempre più spesso, visto che grazie agli smartphone abbiamo una macchina fotografica con noi in ogni momento, e siamo incoraggiati a scattare il più possibile dalla capienza delle memorie digitali, che ormai sono utili estensioni del nostro cervello.
«Un effetto è che tendiamo a ricordare di meno le cose che abbiamo fotografato» spiega Nardini.

Lo studio: Troppo presi dai selfie non ci godiamo i momenti migliori

Visite: 42

 mercoledì 16 Gennaio 2019
Tecnologia
, ,