«Un medico in ogni scuola». La proposta della ministra Grillo

Appoggio anche del titolare dell’Istruzione Bussetti e dell’ordine dei medici: si potrebbe fare prevenzione anche sui temi del bullismo e dell’obesità, oltre che sui vaccini.

L’educazione sanitaria veicolata dai camici bianchi «permetterebbe di affrontare quattro grandi temi, «in primis la prevenzione, ovvero vaccini, in parte oggi gestita dai dipartimenti di igiene, grazie al quale stiamo facendo passi avanti nella lotta del cancro alla cervice uterina».
L’altra questione sono gli stili di vita: «abbiamo percentuali altissime di bimbi e ragazzi in sovrappeso, questi temi sono affrontati dai professori ma sicuramente l’autorevolezza dei medici potrebbe dare un contributo».
Il terzo punto, aggiunge Anelli, è la lotta alle dipendenze, non solo droghe, ma anche fumo e alcol.
E, infine, potrebbero mettere a disposizione le proprie competenze nella lotta alle fake news in campo della salute, «ovvero insegnare ai nativi digitali come riconoscere i siti autorevoli e accreditati, l’importanza della certificazione delle informazioni e del metodo scientifico».

«Un medico in ogni scuola». La proposta della ministra Grillo

Per ora l’idea del ministro resta tale, anche perché, come ha denunciato il governatore del Veneto Luca Zaia che ha richiamato in servizio i pensionati, ci sono regioni in cui mancano i medici anche negli ospedali.

Visite: 76