Esami terza media, la ministra parla ancora di bozze. Perché non aspettare un testo definitivo?

Alla ministra Lucia Azzolina piacciono i social. Per questo li utilizza per anticipare misure che devono ancora essere approvate.
Insomma quella della ministra è una semplice anticipazione. L’ennesima. Niente di definito, ancora.

Esami terza media, la ministra parla ancora di bozze. Perché non aspettare un testo definitivo?

Una ministra che ha ripetutamente parlato agli studenti di “vicinanza”, ricordando il suo ruolo di insegnante, non può non aver pensato che offrire certezze sull’esame finale, sarebbe stato di conforto. Avrebbe messo un punto, dopo tante virgole.

Fare bene, fare in fretta. Nella confusione più totale. Questo sembra essere diventato l’imperativo del Miur. Poco importa se anche questa misura sembra essere stata pensata senza tener alcun conto degli insegnanti e dei ragazzi. Non per indifferenza. Molto più probabilmente per lontananza. Non è la prima volta che accade, ma in questa occasione fa più male.

Visite: 2054