Maturità 2020, mancano i presidenti di commissione. I sindacati: “Poche garanzie e troppe responsabilità. Molti già fuori Regione”

“Troppa responsabilità”. È questa la causa della carenza dei presidenti di commissione in Lombardia, Lazio, Veneto, Emilia Romagna e Toscana. A dirlo sono i referenti regionali delle organizzazioni sindacali. Le norme previste dal protocollo di sicurezza emanato dal ministero dell’Istruzione hanno spaventato i dirigenti e gli insegnanti con più di dieci anni di servizio che possono presentare domanda per presiedere le commissioni. Ma non solo.

Maturità 2020, mancano i presidenti di commissione. I sindacati: "Poche garanzie e troppe responsabilità. Molti già fuori Regione"

Un altro problema, forse il più diffuso, è quello legato ai docenti che si sono trasferiti durante la quarantena nelle loro città di residenza e stanno facendo didattica a distanza da lì. Pochi di loro sembrano essere disposti a tornare nelle Regioni dove lavorano, pagandosi anche il viaggio di ritorno.

Una situazione che ora la ministra Lucia Azzolina è decisa a risolvere con un’ordinanza salvagente: nomine d’ufficio e uno stesso docente per più commissioni.

Visite: 477