Lazio, la Regione dà buoni per il taxi ai professori contro gli assembramenti sui mezzi pubblici. Esclusi presidi e precari

Addio ai viaggi in metropolitana e sui bus schiacciati l’uno contro l’altro: da gennaio gli insegnanti della capitale potranno contribuire ad alleggerire il caos sui mezzi pubblici adottando sistemi alternativi per spostarsi.

Lazio, la Regione dà buoni per il taxi ai professori contro gli assembramenti sui mezzi pubblici

Naturalmente, i buoni saranno vincolati all’uso per i trasporti da e verso la sede scolastica, limitatamente a un viaggio al giorno per direzione: una soluzione, quest’ultima, per evitare che qualcuno possa usufruire del buono per andare a trovare la madre o a fare la spesa.

Il progetto è limitato ai docenti titolari in scuole del Comune di Roma capitale che prestano servizio in presenza con regolare contratto, a tempo indeterminato oppure sino al termine delle attività didattiche o sino al termine delle lezioni.

A restare esclusi da questa operazione messa in campo dalla Regione Lazio, sono i dirigenti, i collaboratori scolastici e il personale di segreteria.

Visite: 330