Veneto e Friuli chiudono le scuole superiori fino al 31 gennaio. La Campania non le riapre prima del 25. Il M5s: «Inaccettabile»

In questa situazione nebulosa, a farne le spese sono i dirigenti scolastici, i professori e gli studenti, ignari di cosa dovranno fare di qui a tre giorni.

Nell’attesa di una posizione ufficiale, alcune Regioni si stanno muovendo da sole ed emanando ordinanze valide sui propri territori.

Veneto e Friuli chiudono le scuole superiori fino al 31 gennaio. La Campania non le riapre prima del 25.

Il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, ha ribadito che la scuola «è un luogo in cui il rischio di contagio è basso». Per questo, il viceministro ha detto di ritenere «auspicabile» la riapertura, ma «prestando maggiore attenzione a ciò che c’è intorno a essa, come il trasporto pubblico e la mobilità generale».
Tuttavia, Sileri non si esprime sulla certezza del ritorno in classe il 7 gennaio: occorre attendere «nei prossimi giorni, i dati del contagio, che potrebbero risentire dei contatti cresciuti nel periodo delle feste – prevedendo la didattica in presenza alle superiori – laddove l’andamento del virus si dimostrerà sotto controllo e gli ospedali non saranno sotto pressione».

Visite: 742

 lunedì 4 Gennaio - 2021
Scuola
, , , ,