Rapporto INVALSI 2021: gli effetti della pandemia

Preoccupanti i risultati relativi alla scuola secondaria di primo e secondo grado.

In tutte le materie le perdite maggiori di apprendimento si registrano in modo molto più accentuato tra gli allievi che provengono da contesti socioeconomico-culturali più sfavorevoli, con percentuali quasi doppie tra gli studenti provenienti da un contesto svantaggiato rispetto a chi vive in condizioni di maggiore vantaggio.
I divari territoriali si ampliano maggiormente passando dalle regioni del Centro-nord a quelle del Mezzogiorno.

Invalsi 2021

La pandemia potrebbe avere aggravato il problema della dispersione scolastica, soprattutto nelle sue componenti più difficili da individuare e quantificare.

Relativamente alla dispersione scolastica implicita (riferita a quegli studenti che escono però dalla scuola senza le competenze fondamentali e quindi a forte rischio di inserimento nella società), nel 2019 si attestava al 7% mentre nel 2021 ha raggiunto il 9,5% e in alcune ragioni del Mezzogiorno essa ha superato ampiamente valori a due cifre: Calabria 22,4%, Campania 20,1%, Sicilia 16,5%, Puglia 16,2%, Sardegna 15,2%, Basilicata 10,8%, Abruzzo 10,2%.

Risultati delle Prove INVALSI 2021

Visite: 145

 giovedì 15 Luglio - 2021
Scuola
, ,