Scuola, si valuta l’obbligo vaccinale per i docenti. Per settembre resta l’ipotesi Dad

In vista della riapertura dell’anno scolastico a settembre i nodi da sciogliere sono tanti. Due in particolare i punti di discussione: la vaccinazione dei docenti e del personale Ata. E la vaccinazione degli studenti.

Mancano all’appello circa 222mila lavoratori del settore che non avrebbero ricevuto nemmeno la prima dose. Si tratta del 15% del totale.

Per settembre resta l'ipotesi Dad

Alcuni sindacalisti hanno però fatto notare che i numeri potrebbero essere diversi rispetto a quelli del report, perché numerose persone potrebbero essere state vaccinate per fascia di età e non come “personale scolastico”.

Riccardo Nencini, Presidente della Commissione istruzione e cultura del Senato, è stato drastico: “In tutto, 220.000 tra docenti e personale amministrativo non ancora vaccinato, con punte ben più alte in Sicilia, Sardegna, Bolzano. Se la scuola è una priorità, e lo è, necessita l’obbligo di vaccinazione, come per i medici. Se ci sono insegnanti non vax, vengano sostituiti. La legge lo consente”.

Per quanto riguarda gli studenti, l’obiettivo indicato da Figliuolo è di avere entro la prima decade di settembre il 60% dei ragazzi vaccinati.

Il ministro Bianchi afferma che “tutto il governo sta lavorando per riaprire a settembre in presenza”.

Visite: 178

 martedì 27 Luglio - 2021
Scuola
, , ,