Il Rapporto INVALSI 2019. Come siamo andati in Italiano?

Capire e farsi capire nella propria lingua è fondamentale per lo sviluppo personale, i rapporti con gli altri, la scuola, la cittadinanza, il lavoro. La lingua madre è anche una palestra del pensiero, e per questo tutte le prove internazionali sull’apprendimento ne valutano la padronanza.

Il Rapporto INVALSI 2019. Come siamo andati in Italiano?

Nella scuola primaria le differenze tra le diverse zone geografiche dell’Italia sono modeste e per lo più non significative in termini statistici. Inoltre, in questo grado d’istruzione, sono alcune regioni del Centro e del Sud ad avere i risultati migliori, superando le regioni del Nord-Italia.

In terza secondaria di primo grado il quadro comincia a mutare e ad assumere la configurazione che ci è nota anche dai risultati delle indagini internazionali: le due macro-aree settentrionali ottengono risultati significativamente al di sopra della media italiana, il Centro consegue un risultato in linea con la media nazionale e le due macro-aree meridionali e insulari registrano risultati significativamente al di sotto di essa.

Nella scuola secondaria di secondo grado, il quadro delineatosi al grado precedente si consolida e il divario tra il nord e il sud cresce ulteriormente.

INVALSI Open

Alcune regioni, in primo luogo la Calabria, ma anche la Campania, la Sicilia e la Sardegna si segnalano per risultati particolarmente bassi in pressoché ogni grado d’istruzione.

Visite: 175

 mercoledì 10 Luglio 2019
Scuola
, , ,