La scuola ha fermato l’ascensore sociale

Non sarà che è la scuola il vero spread italiano?
Meglio, non sarà che è la scuola dei diritti e di nessun dovere la causa principale della decadenza economica italiana e, di conseguenza, del dislivello di crescita tra noi e il resto d’Europa?

Probabilmente il deficit scolastico non è l’unica causa del declino nazionale, di sicuro è la più significativa. Il fermo dell’ascensore ne costituisce la spia più convincente.

La scuola ha fermato l'ascensore sociale

Ma il bello, cioè il brutto, è che non c’è mai limite al peggio, dal momento che ogni riforma del settore ha sempre peggiorato la situazione preesistente, fino al punto che oggi la scuola si è trasformata di fatto in un passatempo anti-studio.
Chi vuole studiare viene guardato a vista, segnalato come un pericoloso sovversivo.
Chi vuole «fare studiare» viene giudicato il solito reazionario che non vuole arrendersi ai nuovi tempi.
Chi vuole fare capire a molti genitori bulli che è interesse della loro prole aprire i libri, anche o soprattutto, a casa, deve cautelarsi a dovere, pena il rischio di patire un’aggressione non soltanto verbale.

La Gazzetta del Mezzogiorno

Visite: 267