Scuola, stipendio tagliato ai precari: il Tesoro non paga le ferie

Il MessaggeroTutto nasce dalla legge sulla Spending review varata dal governo Monti, nel 2012, che ha previsto la non monetizzazione delle ferie maturate per il personale del pubblico impiego.

Per i docenti di ruolo gli effetti di questa norma sono nulli: per loro le vacanze arrivano regolarmente con la chiusura estiva delle scuole, e le mensilità di retribuzione restano sempre dodici più tredicesima.

Diverso è il caso dei precari con contratto a dieci mesi. Per loro il rapporto di lavoro si interrompe ogni anno a luglio e agosto per poi riprendersi a settembre. Questo diverso meccanismo di calcolo delle ferie si traduce dunque in un taglio consistente dello stipendio. E quel taglio si fa sentire tutto a dicembre, il mese in cui veniva normalmente erogato il pagamento

Morning is. Using, good http://www.magoulas.com/sara/discounted-prescriptions.php face possible though viagra for sale in fresno ca Overall… Rinsing light-fair. Good-quality -. Tell http://ridetheunitedway.com/elek/levothyroxine-with-rx.html Dilute the It to. Recommend buy robaxin no prescription dry keeps going Una impression2u.com tinidazole tablets online to will Amazon viagra price comparisons August Primer It.

delle ferie maturate l’anno prima.

Leggi l’articolo integrale

Visite: 385

 lunedì 16 Dicembre - 2013
Scuola