Programmare? È un gioco da bambini

La StampaIl linguaggio dei computer e la scuola italiana: qualcosa si muove, tra ritardi delle istituzioni ed esempi virtuosi. Perché è qui che si gioca il futuro (non solo lavorativo) dei giovanissimi

“Non comprate un nuovo videogame: fatene uno. Non scaricate l’ultima app: disegnatela. Non usate semplicemente il vostro telefono: programmatelo”.

Leggi l’articolo integrale

Visite: 476

 giovedì 17 Aprile - 2014
Scuola, Tecnologia