Prof, per la pensione c’è sempre tempo

Corriere della Seradi Giuseppe Tesorio
I professori italiani sono i più vecchi del mondo, un primato. Teste grigie in sala docenti, poco entusiasmo, molti bonus da accaparrare, test da verificare, provini da superare, famiglie da non scontentare, studenti da non mortificare, presidi da omaggiare/contestare.

C’è qualche quarantenne, ma è già spompato da anni e anni di precariato. Naturale, quindi, che gli allievi risentano di un corpo docenti prostrato dall’età e dalle preoccupazioni. Trent’anni fa, la scuola era vivace, il dialogo con gli alunni e il confronto con i professori più anziani era sempre fresco. E utile. Adesso, inevitabilmente regna la nostalgia per il bel tempo andato.

Leggi l’articolo integrale

Visite: 364