La Buona Scuola ripete l’anno

la Repubblicadi Salvo Intravaia
Precariato, supplenze, arretratezza e demotivazione degli insegnanti, scollamento con il mondo del lavoro, sicurezza degli edifici.
La riforma fortemente voluta da Renzi dopo la sua prima applicazione, come raccontiamo nel dettaglio, ha centrato solo in piccola parte gli obiettivi.
Riuscirà a colmare il divario nella nuova stagione scolastica? Le premesse purtroppo sembrano essere negative e l’autunno, dai prof fuori ruolo ai posti vacanti, si annuncia ancora una volta “caldo” e ricco di disagi

  • Saldo negativo e previsioni fosche
  • Alternanza con il lavoro promossa con riserva
  • Per lo stop alle supplenze bisognerà aspettare
  • Chiamate dirette al via sotto la lente Anac
  • Lotta titanica ai crolli, ma il rischio rimane

Leggi l’articolo integrale

Visite: 66