Occupazione a scuola: due ceffoni e si torna a casa

Famiglia Cristianadi Alberto Pellai
L’occupazione di un liceo romano termina con i genitori che vanno a riprendere i figli.
Una rara occasione in cui gli adulti si schierano con la scuola e non con “i pargoli prepotenti”.
Stavolta i ragazzi hanno ricevuto una sonora lezione dagli adulti, alleati contro di loro.

Di fronte ad un eccesso di esuberanza, ad un intervento selvaggio che pochi ragazzi hanno imposto a tutti, preside e famiglie hanno deciso di praticare l’arte “del contenimento”.

Hanno contenuto gli eccessi dei figli. Hanno imposto un limite. “Contenere, dare limiti, negoziare regole”: qualcuno aveva dichiarato che queste parole appartenessero all’educazione del passato e non si confacessero alla generazione dei nativi digitali. Invece, mamme e papà romani ci insegnano che possono essere ancora molto attuali. E a volte addirittura necessarie.

Leggi l’articolo integrale

Visite: 137

 sabato 26 Novembre - 2016
Scuola
, , ,