La scuola favorisce i ricchi e punisce i poveri? Le leggi della mobilità educativa

nòva - il sole 24 OREdi Data Journalism Infodata
Se ben progettata, la scuola può essere uno degli strumenti più potenti per favorire la mobilità sociale – dunque fare in modo che anche chi nasce in una situazione meno fortunata riesca ad avere accesso a un’istruzione di qualità, e poi a un lavoro che consente di esprimere al meglio il proprio talento.

Molti dei problemi di equità dell’istruzione italiana vengono ben evidenziati dalle prove INVALSI…
Viene fuori intanto che la variabilità fra scuole e fra classi risulta molto maggiore al sud e nelle isole. Questo significa che il sistema scolastico nel mezzogiorno è dunque “non solo meno efficace ma anche meno capace di assicurare agli alunni le stesse opportunità educative”. Al contrario, nel resto d’Italia e soprattutto nel nord-est il sistema educativo appare più equo, nel senso che offre opportunità simili agli studenti e discrimina meno coloro che provengono da circostanze sfortunate – come famiglie di origine povere.

Leggi l’articolo originale

Visite: 106