Gite scolastiche, uno studente su due non farà il viaggio d’istruzione

Addio alla gita scolastica. Uno studente su due quest’anno non farà il viaggio d’istruzione per ragioni economiche e perché i professori non sono disposti ad accompagnarli.

Se un tempo il viaggio d’istruzione era un’occasione per incrementare l’amalgama tra studenti oggi la classe è vista sempre meno come una comunità.

Andando a vedere nel dettaglio i numeri presentati da Skuola.net scopriamo che tra le cause che mandano a monte il viaggio d’istruzione, in un caso su quattro c’è proprio lo zampino dei professori. “D’altro canto – spiegano quelli di Skuola.net – non è una novità che tantissimi docenti non se la sentano più di accompagnare i propri alunni; troppo rischioso”.

Gite scolastiche, uno studente su due non farà il viaggio d’istruzione

La permanenza media? Qualcuno azzarda quattro (20%) o cinque (23%) giorni, ma quasi 1 su 3 – il 31% – si limita al massimo a tre giorni anche per contenere la spesa che si aggira tra i 200 e 400 euro. Soldi a quanto pare che non tutte le famiglie si possono permettere e che le scuole non riescono a garantire.

il Fatto Quotidiano

Visite: 108