L’ansia da matematica esiste. E può nascere già alle scuole primarie

“ODIO la matematica”, “la matematica non fa per me”: quante volte abbiamo sentito pronunciare queste frasi da un amico, un familiare o un conoscente?
Non è un caso. Questa avversione, infatti, secondo gli scienziati può trarre origine molto presto, già alle scuole elementari, e può essere associata a sensazioni di paura e ansia, spesso dovute a influenze esterne e non sempre motivate da insuccessi scolastici.

Le femmine ne soffrono di più. Ma il problema colpisce anche chi ha un rendimento elevato in questa materia.

L'ansia da matematica esiste. E può nascere già alle scuole primarie

Dalle risposte dei 1000 allievi italiani intervistati è emerso che le bambine e le ragazze presentano livelli più alti di ansia. Questa differenza potrebbe riflettere anche la presenza di stereotipi di genere che tuttora persistono nella nostra cultura.

Un altro dato interessante riguarda il fatto che a soffrire di una forte ansia da matematica non sono solo gli studenti che prendono voti bassi ai compiti, ma anche quelli con abilità elevate che riescono a ottenere punteggi alti nei test in questa materia.

la Repubblica

Visite: 95