Imparare a governare il potere del digitale

nòva - Il Sole 24 Oredi Pierangelo Soldavini
Benefici e rischi dell’utilizzo della tecnologia a fini didattici si vanno delineando. Vietare non serve: piuttosto bisogna portare in classe un approccio che stimoli i ragazzi alla piena consapevolezza e alla responsabilità.

Già, il docente: è lui chiamato a governare l’utilizzo del digitale, ruolo per il quale è necessaria una preparazione ad hoc. «Non si tratta primariamente di una formazione di tipo tecnologico – afferma Fabris -: si tratta di consolidare e di trasmettere una consapevolezza di tipo etico … Gli insegnanti, insieme ai genitori, sono chiamati anche a questo tipo di formazione».

Come sottolinea anche il decalogo del Miur, si tratta di educare i ragazzi alla cittadinanza digitale. Che ormai è uno dei compiti cui la scuola deve rispondere.

Leggi l’articolo integrale

Visite: 96