«I giovani? Hanno sete di maturità»

… l’allora cardinale argentino parlava a un gruppo di docenti a proposito  della loro responsabilità educativa in un mondo dove sempre più consumismo,  pubblicità, tecnologia e biologia rischiano di ridurre lo sviluppo della persona  a un fatto materiale, mentre è proprio l’esperienza e la crescita interiore che  può dare ai più giovani quel termine di confronto che li può guidare  nell’esercizio della loro libertà con “buon senso” e prudenza (verso se stessi e  verso gli altri).

Fonte: Avvenire

Visite: 454

 mercoledì 18 Settembre - 2013
Scuola