Il digitale a scuola? Non rovina scrittura e lettura. Ma tutto dipende dall’insegnante

nòva - Il Sole 24 OreTablet e pc rappresentano un valido supporto per l’apprendimento? Oppure i device digitali hanno conseguenze negative in termini di dipendenza e di passività, soprattutto in età evolutiva?

Leggi tutto… Il digitale a scuola? Non rovina scrittura e lettura. Ma tutto dipende dall’insegnante

Visite: 62

“Nativi digitali”? La mera tecnologia non aiuta la Scuola

Agenda Digitaledi Marco Gui, università di Milano Bicocca
La mera diffusione di tecnologie digitali non ha prodotto in questi anni un aumento dei livelli di apprendimento né in Italia né in altre parti del mondo. Oggi la questione non è essere pro o contro il digitale (che è ormai parte della nostra esperienza quotidiana) ma riguarda gli usi specifici di questi strumenti nei diversi ambiti della nostra vita. La discussione va portata molto più nel concreto.

Leggi tutto… “Nativi digitali”? La mera tecnologia non aiuta la Scuola

Visite: 174

L’Analfabetismo “incipiente”

education 2.0di Arturo Marcello
L’analfabetismo incipiente è determinato dalle “conseguenze” del non leggere, scrivere e studiare sul sociale (non più solamente sulla persona); è definito dalla disaffezione allo studio, da subito, quindi incipiente, è l’incipit di un “modello di vita” e, quindi, non solo la defezione allo studio. Ad esempio, le soft skill sono più ambite, da una famiglia e da un’azienda, rispetto ad un qualunque studio scolastico (anche il più avveniristico).

Leggi tutto… L’Analfabetismo “incipiente”

Visite: 49

Scuola, ignoranti digitali e non solo!

Il Fatto Quotidianodi Alex Corlazzoli
Hanno il computer a casa ma non a scuola. Navigano poco in classe anche se lo usano per fare i compiti. Non sanno pianificare ed eseguire una ricerca sul web e non sanno nemmeno valutare l’attendibilità di un’informazione o delle fonti.

Leggi tutto… Scuola, ignoranti digitali e non solo!

Visite: 1630

«I nativi digitali sono i più indifesi dai cyber-attacchi»

Corriere della SeraIncredibile a dirsi ma sono i nativi digitali, la cosiddetta Generazione Y (conosciuta anche come Millennial Generation per la maggiore familiarità con la comunicazione, i media e le tecnologie digitali), a correre il rischio maggiore di finire nelle trappole dei criminali informatici.

Leggi tutto… «I nativi digitali sono i più indifesi dai cyber-attacchi»

Visite: 243